La Storia

Anno 1144
Un mandriano stretto dalla necessità di cercare un toro smarrito, si spinge nell’impervia contrada di Polsi: lo trova davanti ad una croce di ferro che aveva riportato alla luce scavando.
In quel medesimo istante al pastore, di nome Italiano, originario di S. Cristina d’Aspromonte che sosta in preghiera, appare la Madonna che gli indica il punto esatto dove dovrà essere costruita una chiesa.
Un’altra tradizione colloca al posto del pastore, il conte Ruggero in una battuta di caccia. Saranno i monaci Basiliani a diffondere la devozione alla Croce e alla Madonna sotto il titolo di “S. Maria di Polsi”, ora più comunemente “La Madonna della Montagna”.